I Nomadi approdano a Zoagli per Palco sul Mare Festival


Giovedì 30 agosto alle ore 22, “Palco sul Mare Festival 2007” presenta l’ultimo dei grandi concerti estivi che si sono susseguiti dai primi di luglio in dodici Comuni della Provincia di Genova, chiudendo così la manifestazione, promossa dall’Assessorato al Turismo della Provincia di Genova e realizzata con l’apporto di importanti sponsors quali Latte Tigullio, Coop Liguria e Area Banco di Chiavari e della Riviera Ligure. Sul palco della scenografica piazza di Zoagli saliranno i Nomadi, gruppo storico ed amatissimo, con un concerto gratuito che si annuncia come l’evento dell’estate nel Comune rivierasco. Per coloro i quali desidereranno assistere al concerto dai posti numerati, è stata allestita una platea di posti a sedere a pagamento curata dal Comune di Zoagli (info e prevendite allo 0185-259127)
Con quarantaquattro anni di carriera artistica alle spalle, i Nomadi possono ben dirsi una vera e propria istituzione più che un semplice gruppo musicale. Prova ne è la partecipazione massiccia, ad ogni loro iniziativa e concerto, di uno stuolo di innumerevoli fedelissimi. Merito dalla loro musica che arriva dritta al cuore, ma anche e soprattutto del loro costante impegno sociale, che è passato indenne attraverso i mutamenti della società italiana. Un impegno li contraddistingue sin dai tempi dell’incontro con il giovane e sconosciuto Francesco Guccini, da cui nascono “Noi non ci saremo” e “Dio è morto”, manifesti della insoddisfazione dei giovani della beat generation del dopoguerra. Gli anni Settanta furono quelli dei grandi successi, di “Per un pugno di sabbia” e della famosa “Io vagabondo”, costellati dalle partecipazioni a “Un disco per l’estate”, “Festival di Sanremo”, “Festivalbar” e “Canzonissima”. Dopo un decennio di alterne fortune e di vari avvicendamenti nell’organico della band, cementata da Augusto Daolio e Beppe Carletti, gli anni Novanta cominciano alla grande per il gruppo emiliano, con riconoscimenti e apparizioni in tv. Nonostante il terribile colpo della morte di Augusto Daolio nel 1992, i Nomadi continuano il proprio cammino artistico, grazie al formidabile connubio con il pubblico, riprendendo i tour, le incisioni di dischi e l’attività di solidarietà. Prendere parte a progetti che si occupano della salvaguardia dei diritti di popoli in difficoltà li porta ad incontrare personaggi come il Dalai Lama, Fidel Castro, Arafat ed a suonare con gruppi di diverse etnie, dagli Inti Illimani ad artisti bretoni, cubani, indiani. Inesaurbili, i Nomadi pubblicano bellissimi album, conducono tournee trionfali ed organizzano ogni anno il Nomadincontro di Tributo a Augusto Daolio, punto fisso e costante della loro attività.
Nel 2006 hanno partecipato al 56° Festival di Sanremo, con il brano “Dove si va” classificandosi primi nella categoria gruppi e ricevendo il “Premio sala stampa radio e tv”.
Il Comune di Zoagli si appresta a spegnere i getti della scenografica fontana e ad accogliere nella grande Piazza XXVII Dicembre la marea umana festante e partecipe, che ancora una volta si stringerà intorno agli inossidabili Nomadi per intonare insieme il loro inno “Io vagabondo” e chiudere in bellezza la dodicesima edizione di Palco sul Mare Festival.

Da non dimenticare poi le ultime due repliche della commedia comica “La (forse) vera storia di Cristoforo Colombo”, un atto unico incentrato sulla figura del grande navigatore, che in modo leggero e umoristico propone una versione originale della storia e dei retroscena della scoperta dell’America. Lo spettacolo è stato rappresentato con successo mercoledì 1° agosto a Uscio il 22 a Santo Stefano d’Aveto, e verrà riproposto mercoledì 29 a Cicagna e venerdì 31 a Campo Ligure. Da quest’anno Palco sul Mare Festival non è solo mare, ma anche entroterra… e non è solo concerti e cabaret ma anche teatro