A “Palco sul Mare Festival 2007” la comicità irresistibile de “I Quellilì”

Dopo l’evento clou del concerto gratuito di Irene Grandi, venerdì 27 luglio il palco sotto alla vela bianca dei Giardini a mare ospiterà la seconda serata di “Palco sul Mare Festival 2007” a Santa Margherita Ligure, con lo spettacolo del gruppo comico “I Quelliliì”. Questa settimana, infatti, è stato fatto un piccolo strappo alla regola rispetto al consueto calendario del Festival, che prevede in ogni comune costiero lo spettacolo di cabaret il martedì sera e il concerto di musica italiana il venerdì sera. Questa programmazione è diventata una costante negli anni e ha fatto della manifestazione promossa dalla Provincia di Genova la kermesse estiva più grande della Liguria, con ben 12 Comuni partecipanti e con importanti sponsors ufficiali quali il Coop Liguria, Latte Tigullio, Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, il Partner tecnico Onori Camper Caravan e i Media Partners Radio 19 e Il Secolo XIX.
Massimo Garbarino, direttore artistico ed organizzatore del Festival, ha scelto per la frizzante cittadina rivierasca la comicità spumeggiante di un gruppo che è partito da Genova per arrivare a farsi un nome nel mondo del cabaret nazionale. Nati nel 1998, i “Quellilì” hanno mosso i primi passi in un locale storico della comicità genovese, il Nessundorma, per arrivare nel giro di un paio d’anni, a suon di vittorie nei concorsi cabarettistici nazionali, a far parte nel 2000 del cast della trasmissione televisiva cult “Zelig”. Dal gennaio 2003 sono stati tra i protagonisti di “Bulldozer”, trasmissione comica in onda su RAI 2 condotta da Dario Vergassola e Federica Panicucci, e da marzo dello stesso anno hanno partecipato come ospiti alla trasmissione “Quelli che il calcio”, condotta da Simona Ventura su RAI 2
L’attuale formazione si compone di quattro elementi: Alessandro Bergallo, Alessandro Barbini, Roberta Pacini e Matteo Manforte, con i quali collabora Federico Bagnasco, che spesso interviene negli spettacoli con il suo contrabbasso.
Una comicità briosa e effervescente caratterizza il repertorio di questi quattro ragazzi genovesi conosciuti anche come “quelli della Valleluja” che, tra monologhi, pezzi musicali, tormentoni, rigorosamente originali sia nei testi che nelle musiche, fanno breccia in un pubblico vario e di tutte le età. I loro sketches raccontano per lo più situazioni di vita quotidiana in cui ognuno può ritrovare se stesso, con le sue piccole o grandi nevrosi, sdrammatizzate e rese irresistibilmente comiche; ma nel loro spettacolo non mancano attimi surreali in cui la fantasia ha libero sfogo e dove si incontrano personaggi bizzarri che suscitano la risata fin dal primo impatto (il prete che insegna body-gym per purificare l’anima, l’insonne che dialoga con le pecore che sta contando, ecc.). Parte fondamentale dello spettacolo è la musica, che dà grande ritmo allo spettacolo, grazie a chitarra e contrabbasso: le canzoni entrano subito nell’orecchio di chi le ascolta e ripercorrono i generi musicali più strampalati dai cori alpini alle serenate, dalla canzonetta all’italiana al blues, da Woodstock alle filastrocche della nostra infanzia. Temi come la psicoanalisi, la religione, il rapporto uomo-donna, il mondo degli animali sono gli oggetti di monologhi surreali al confine tra l’ironia e la riflessione. Il famoso tormentone “Grazie, Signore, grazie” è solo il pretesto comico per strappare risate e regalare buonumore con una comicità irriverente, ma pulita ed intelligente.
Prima dello spettacolo, come in ognuna delle sette serata di cabaret della rassegna, verranno proiettati sul palco due dei cortometraggi iscritti al Concorso Corto Comico, un concorso per cortometraggi umoristici sul tema “Mare, Amore e…Fantasia” giunto quest’anno alla sua terza edizione e promosso da Arredamenti Contract 2000. Il pubblico potrà esprimere il suo voto al corto più gradito attraverso una cartolina, che darà diritto inoltre a ritirare la maglietta ufficiale del Festival presso i negozi Oviesse di Rapallo, Chiavari e Genova.