Il Beat degli anni ’60 a Lavagna

L'entusiasmo degli spettatori al concerto dei The Beatbox

L'entusiasmo degli spettatori al concerto dei The Beatbox


Grande serata all’insegna degli anni ’60 e del mito della pop band più famosa della storia della musica, i Beatles, quella che si è svolta martedì 20 luglio a Lavagna per la prima delle serate Tribute Show di questa quindicesima edizione di Palco sul Mare Festival.

Dopo lo splendido concerto di Malika Ayane a Portofino, un’altra esibizione live di alto livello è stata messa in scena dal gruppo The Beatbox, alias Allfio Vitanza e Mauro Sposito (La Leggenda dei New trolls), Massimo Gori (ex Latte e Miele con lo stesso Vitanza) e Guido Cinelli (I 4 Gatti).

Una Piazza della Libertà di Lavagna gremita in ogni ordine di posto, quasi 1000 spettatori hanno potuto assistere non a un semplice tributo, ma una vera e proprio ricostruzione filologica quasi maniacale del quartetto di Liverpool e del periodo in cui spopolava. Per ottenere questo ambizioso risultato, nulla è stato lasciato al caso: dalla strumentazione, identica a quella usata dai Beatles nei loro storici concerti, ai vestiti, confezionati su misura dalla stessa sartoria che li creò per la tournée americana dei Fab Four.
La scaletta è stata quella che i Beatles proponevano al top della loro carriera concertistica, prima di interromperla per dedicarsi alla sperimentazione in sala di incisione.

I quattro musicisti membri dei The Beatbox hanno un curriculum più che nobile, e si sente. La capacità esecutiva è di altissimo livello, la forza comunicativa, le voci calibratissime e la genuina naturalezza con cui vengono riproposti i brani sono stati il vero punto di forza di questa performance.

Quasi due ore di concerto, un viaggio musicale emozionante che ha ha mandato in visibilio il pubblico presente: tutti ballavano, cantavano, battevano le mani.
“Help”, “A hard day’s night”, “She loves you”, “Twist and shout”, “Michelle”, per citare alcuni dei brani della performance, sono pagine d’album e pietre miliari della musica moderna capaci di conquistare intere generazioni e riascoltarle dal vivo è stata un’emozione irrinunciabile.