Il grande ritmo di Bobby Soul & Les Gastones a Cogoleto

L'energia vocale di Bobby

L'energia vocale di Bobby


Una serata tutta da ascoltare e ballare quella di Cogoleto, dopo l’esibizione dei The Beatbox a Lavagna, il borgo ponentino ha ospitato giovedì 22 luglio l’esibizione di un artista eclettico e coinvolgente, Bobby Soul, accompagnato dalla band Les Gastones, alias Davide Zalaffi, batteria (Gong, Saturnino, Sensasciou), Lucas Bellotti, basso (Sensasciou), Andrea Alesso chitarra (Sensasciou) e Andrea Zanzottera, tastiere .
Bobby Soul, aka Alberto De Benedetti, ha catturato l’energia del pubblico alternando a una selezione ben calibrata di brani contenuti nei cd Draghirossi & Buchineri” e “73% Phunk, come “Scimmione”, “Luna Piena”, “Vagabondo”, a cover di mostri sacri della musica mondiale quali James Brown, Muddy Waters e Marvin Gaye e Otis Redding
Un mix di suoni soul che si fondono in un groove, un funky, un rap trascinante, che hanno letteralmente strappato i presenti dalle sedie, portandoli a ballare sotto il palco e cantare a gran voce.
Ascoltando Bobby Soul non ci si stanca mai e più attentamente si riesce a notare che canzone dopo canzone i suoni cambiano intelligentemente, in modo da non cadere nella monotonia e continuare a tenere alto il livello di attenzione dell’ascoltatore.
A dimostrazione del grande entusiasmo che si respirava nel parco di Cogoleto, il pubblico richiamato a gran voce sul palco il cantante e la sua affiatatissima band, che hanno chiuso in bellezza il concerto con “Sexy machine” di James Brown.
Quasi due ore di concerto in cui Bobby Soul ha dimostrato ancora una volta ottime capacità vocali, una presenza scenica importante ma soprattutto una grandissima energia contagiosa, grazie anche a musicisti di ottimo livello quali Les Gastones, sempre pronti a supportare al meglio le improvvisazioni dell’artista ligure definito dalla rivista di musica Rolling stones, “il profeta italiano del Funk”.

Il prossimo appuntamento martedì 27 luglio a Recco con lo spettacolo gratuito di cabaret con Paolo Migone, alle ore 22 sul lungomare.