Recco si entusiasma con la comicità surreale di Migone

Un espressione stralunata nello show di Paolo Migone

Un espressione stralunata nello show di Paolo Migone


Paolo Migone con il professor Soru (alias Arturo di Tullio) e Max Garbarino

Paolo Migone con il professor Soru (alias Arturo di Tullio) e Max Garbarino


Il pubblico allo spettacolo di Migone

Il pubblico allo spettacolo di Migone

Risate a go go per la prima serata di cabaret di questa quindicesima edizione di Palco sul Mare Festival, approdato a Recco martedì 27 luglio.
Il comico Paolo Migone ha catturato l’attenzione degli spettatori presenti nella cittadina ligure grazie a un cabaret surreale e senza confini, caratterizzato da imprevedibili deviazioni della narrazione e illuminanti trovate verbali, unito a uno suo stile camaleontico e visionario e a un’inimitabile mordacità toscana.
Il suo personaggio surreale e stralunato dal tipico occhio nero e dall’impermeabile bianco che l’ha reso famoso alla trasmissione televisiva Zelig, ha entusiasmato e divertito gli oltre 3000 spettatori presenti sul lungomare recchelino.
Ad aprire la serata Max Garbarino e il Professor Soru (alias Arturo di Tullio) che con gags e battute hanno coinvolto il pubblico con gioco dedicato al mondo del cinema e della comicità
Quasi due ore di spettacolo durante il quale Migone, forte di un’esperienza teatrale di anni, ha mostrato sul palco una grandissima capacità nel raccontare attraverso una gestualità essenziale, le situazioni della vita quotidiana: dall’eterno gioco amoroso tra uomini e donne, la frenesia nella metropoli milanese, alle ingiustizie della società italiana.