Irene incanta il Porto Antico

Irene Fornaciari nello show

Irene Fornaciari nello show

Dopo le sonorità multietniche della prima data di Human Rights Show, sabato 7 agosto Palco sul Mare Festival ha organizzato un’altra grande serata di musica all’Arena del Mare, forse più classica rispetto alla serata precedente, ma sempre dal grande impatto sonoro.
A salire sul Palco i giovani e bravi cantautori genovesi Mauro Cipri e Chiara Ragnini, che hanno anticipato il concerto di Irene Fornaciari.
Mauro ha aperto la serata con un live in acustic, con brani di sua composizione che spaziano tra i generi folk, rock, e new wave, Chiara ha presentato le tracce contenute nel suo primo lavoro e nuove canzoni, accompagnata al basso da Massimiliano Matis e alla chitarra acustica e classica da Claudio Cinquegrana: in bilico fra la canzone d’autore ed un jazz pop raffinato, l’artista ha proposto brani raffinati, quasi confidenziali.
Irene Fornaciari è salita sul palco visibilmente emozionata, vive da anni a Genova con il fidanzato e suonare nel capoluogo ligure come lei stessa ha ammesso, le provoca forti emozioni, ma ha mostrato fin dalle prime battute le sue grandi doti vocali e la sua energia trascinante. Molti brani rock, alcune ballate e cover di grandi cantanti della musica internazionale.
Il concerto nella splendida location all’ombra della lanterna si è aperto con “Il diavolo è illuso”, cover italianizzata di “The devil is loose” di Asha Putly, per poi proseguire con brani del repertorio di Irene contenuti nell’ultimo album e con alcune cover che hanno entusiasmato il pubblico: da Dancing in The Street di Martha e The Vandellas, a Think di Aretha Franklin.
La grande e attesa sorpresa della serata è stato il duetto di Irene con il fidanzato Roberto Tiranti, cantante genovese.
Il concerto si è concluso in bellezza, tra gli applausi del pubblico con “il mondo piange”, il brano sanremese che ha consacrato definitivamente Irene tra le grandi della musica italiana.