Le onde musicali di Zibba

Zibba e almalibre sul palco

Zibba e almalibre sul palco

La nomina di Zibba quale ambasciatore dei diritti umani

La nomina di Zibba quale ambasciatore dei diritti umani

Venerdì 6 agosto gli spettatori hanno potuto ascoltare generi musicali totalmente differenti, dai ritmi latini di Hugo Ruz al djset dei SunsetBoys, dalle ballate di Antonio Clemente alle sonorità rock popolari di Zibba & Almalibre.
Ad aprire la serata i genovesi Sunset Boys, che hanno proposto al pubblico alcuni brani famosi, tra cui “Come as you are” dei Nirvana, rivisitati in chiave elettronica, il rock che incontra la Dance, l’impatto live unito al dj-set.
A seguire il ritmo latino di Hugo Ruz, che ha fatto ballare gli spettatori presenti con le sonorità sudamericane, dalla salsa al merengue, mentre Antonio Clemente ha proposto al pubblico le sue creazioni, influenzate sia nella ricerca melodica che nei testi dallo stile dei cantautori italiani, per un genere musicale in bilico tra pop, folk e rock anglosassone.
Zibba e gli Almalibre, gli attesissimi protagonisti della serata, non hanno tradito le aspettative del pubblico: un’ora e mezza di concerto in cui Zibba ha proposto il suo linguaggio variegato, pieno di contaminazioni e stili diversi ma che alla fine ben si fondono fra loro: un po’ di blues, tanto folk, un pizzico di Capossela, dei suoni jazz e swing, addirittura del rap, reggae e ska.
Il cantautore ligure si è dimostrato un vero camaleonte, un pozzo di idee che non mostra mai un’unica faccia del suo volto, ma ama invece spiazzare, quasi confondere il pubblico, grazie anche al sostegno di musicisti di ottimo livello quali gli AlmaLibre.